zurück

Tecnologia ibrida, per un’efficiente affilatura ed elettroerosione di utensili VHYBRID 260: DUE SOLUZIONI IN UNA

Il termine “Hybrid” (ibrido) deriva dal greco e indica qualcosa di raggruppato, incrociato o misto. In ambito tecnico, con tale definizione s’intende un sistema che abbina in maniera ingegnosa due tecnologie diverse, per raggruppare ed ottenere il meglio da entrambe. Ed abbinando i due sottosistemi, possono persino ottenersi caratteristiche utili interamente nuove.

È proprio ciò che accade con la VHybrid 260 di VOLLMER, che assomma i punti di forza di un’innovativa affilatrice con quelli di una potente macchina per elettroerosione – e che consente di commutare fra le due funzioni in tempi brevissimi. Per un’efficienza e un’economicità nettamente superiori nella lavorazione di utensili in metallo duro e in PCD a rotazione simmetrica fino a 150 mm di diametro.

In sintesi: efficienza ed economicità VOLLMER al duecento per cento.

CONCETTO DI STRUTTURA

CONCETTO DI STRUTTURA

Sehr steife, kompakte Bauweise mit optimaler Zugänglichkeit und Übersicht für die Bediener.

LAVORAZIONE SU PIÙ LIVELLI

LAVORAZIONE SU PIÙ LIVELLI

Mandrino portamola e mandrino per elettroerosione (in basso) sono disposti in verticale, nel punto di rotazione dell’asse C. Il risultato: tempi principali ridotti, grazie a percorsi più brevi degli assi lineari.

CONCETTO MODERNO DEL PANNELLO DI COMANDO

CONCETTO MODERNO DEL PANNELLO DI COMANDO

Regolabile in altezza, con touchscreen, schermo con diagonale da 19" e vista ottimale negli ambienti di lavorazione.

SOFTWARE

SOFTWARE

ExLevel Pro e VStandard, per una completa gamma di utensili, sia per le punte che per le frese. Per un impiego più esteso e flessibile.

CAMBIAUTENSILI 8X

CAMBIAUTENSILI 8X

Ancora più flessibilità nei vostri processi produttivi. Alloggia fino ad otto set HSK 50 per affilatura ed elettroerosione.

AUTOMAZIONE

AUTOMAZIONE

Con l’HC 4 o l’HC 4 plus per una maggiore capacità e flessibilità.

Soprattutto nella lavorazione di utensili, con i suoi complessi compiti di produzione e gli elevati requisiti qualitativi, integrare due diverse tecnologie in una macchina come la VHybrid 260 può essere una soluzione efficiente: lavorazione completa con un solo serraggio, su una minima superficie d’installazione e con la massima flessibilità.

UN NUOVO LIVELLO DI AFFILATURA ED ELETTROEROSIONE

L’innovativa lavorazione multilivello VOLLMER, con due mandrini e sostituzione automatica delle mole di affilatura ed elettroerosione, è la chiave per integrare appieno due importanti processi di lavorazione utensili. Per consentire sempre i risultati migliori, i pacchetti di elettrodi per affilatura ed elettroerosione sono intelligentemente disposti esattamente nel punto di rotazione dell’asse C.

  • MANDRINO SUPERIORE: AFFILATURA

Efficiente lavorazione di utensili in metallo duro fino a 150 mm di diametro (la cinematica di macchina, in base all’equipaggiamento, consente anche diametri maggiori). Sono disponibili diverse opzioni di automazione.

  • MANDRINO INFERIORE: AFFILATURA ED ELETTROEROSIONE

Efficace lavorazione di utensili in metallo duro o in PCD fino a 150 mm, grazie al potente e ben armonizzato generatore di elettroerosione Vpulse EDM (la cinematica di macchina, in base all’equipaggiamento, consente anche diametri maggiori). Anche in questo caso, è possibile scegliere fra varie opzioni di automazione.

La concezione della macchina

Per processi di affilatura perfetti, la VHybrid 260 attinge agli innovativi quanto collaudati principi dell’apprezzata VGrind 360, la prima affilatrice al mondo con due mandrini di affilatura disposti in verticale. Per evitare inefficienti processi di ripreparazione, il mandrino inferiore della VHybrid 260 è stato dotato di un’unità di elettroerosione a tutti gli effetti. Il cuore è costituito dal generatore di elettroerosione VPulse EDM, che apre nuovi orizzonti in termini di efficienza e qualità delle superfici.

AFFILATURA DI METALLO DURO

  • Affilatrice CNC a 5 assi dall’innovativa cinematica. Brevi percorsi degli assi lineari e dei campi di rotazione, per una maggiore efficienza e precisione nella produzione
  • La disposizione verticale dei mandrini elimina il noto problema dei cuscinetti fissi e liberi
  • Mola di affilatura nel punto di rotazione dell’asse C, per un’affilatura ad alta precisione
  • Innovativa concezione delle pareti: massima rigidezza ed eccellente ammortizzazione, grazie al calcestruzzo polimerico
  • Efficiente concezione di raffreddamento del motore e dei mandrini, per una maggiore stabilità termica e per prestazioni e precisione costanti nel tempo

Essendo un’affilatrice a tutti gli effetti, la VHybrid 260 svolge la produzione e l’affilatura di punte e frese in metallo duro con campo diametri fino a 150 mm (la cinematica di macchina, in base all’equipaggiamento, consente anche diametri maggiori).

  • Grande flessibilità, grazie alla possibilità di sostituzione automatica della mola di affilatura, con misurazione e controllo di usura integrati
  • Accurate opzioni di automazione, per una produzione efficiente e flessibile

EROSIONE DI PCD

  • Massima efficienza, per minori tempi di lavorazione
  • Eccellente qualità di finitura superficiale e dei taglienti: finissimi impulsi di elettroerosione ad alta precisione consentono, in base al tipo di utensile, una rugosità fino a 0,1 μRa
  • Agevole ravvivatura degli elettrodi di elettroerosione, grazie all’apposito dispositivo
  • Elevata sicurezza di processo su tutte le qualità di PCD

Grazie all’eccellente cinematica, la VHybrid 260 è ideale per la lavorazione di utensili a rotazione simmetrica di piccolo diametro, fino a 150 mm (la cinematica di macchina, in base all’equipaggiamento, consente anche diametri maggiori).

  • Misurazione e controllo di usura degli elettrodi, per un’elettroerosione perfetta

 

  • Scale lineari: ancora più precisione, grazie alla definizione di posizionamento degli assi
  • La stabile lunetta a corsa automatica e regolazione versatile consente un’affilatura ottimale su utensili lunghi
  • Compensazione pinze automatica, come soluzione in-process: massima precisione nel carico e scarico di utensili e bussole di riduzione. Per una minore usura e la massima stabilità

Nella moderna produzione di utensili, uno dei fattori chiave è l’automazione dei processi di lavorazione. Anche per la VHybrid 260, VOLLMER offre accurate opzioni di equipaggiamento, con cui rendere la vostra produzione più precisa, rapida e sicura.

  • Il magazzino a catena HC 4 può alloggiare fino a 39 attacchi HSK 63 con un diametro utensile di 70 mm, oppure 158 utensili a gambo in versione compatta. Il peso massimo di un utensile è 5 kg
  • L’HC 4 plus, con spazio maggiore, alloggia fino a 160 utensili a gambo o 40 attacchi HSK 63 con un diametro utensile di 80 mm. Con diametri maggiori fino a 150 mm, trovano posto 20 attacchi HSK 63. Il peso massimo di un utensile è 10 kg
  • Sostituzione automatica fino ad un numero di otto mole di affilatura o di elettroerosione, adduzione del refrigerante inclusa. Un ulteriore contributo alla vostra produttività

La concezione di comando

Per una macchina all’avanguardia, occorre una concezione di comando all’altezza. Per la VHybrid 260, abbiamo abbinato collaudati principi VOLLMER e caratteristiche nuove. Ad esempio, grazie all’intelligente posizionamento del pannello di comando, l’utente ha sempre sott’occhio sia il display LCD, sia l’area di lavoro. Il comando, tramite touchscreen o tastiera, è semplice, preciso ed intuitivo, come da tradizione VOLLMER. Per una flessibilità ancora maggiore, il volantino multifunzione consente di regolare un asse a piacimento, indipendentemente dal quadro di comando. Un altro importante elemento nella concezione d’insieme è il nuovo Tool Manager, che consente un impiego molto pratico delle mole di affilatura e degli elettrodi, contribuendo a ridurre ulteriormente i tempi passivi. Il risultato: un comando preciso ed intuitivo, in ogni fase di utilizzo.

COMANDO ERGONOMICO

  • Pannello di comando regolabile in altezza ed orientabile
  • Ottimale visuale sulla macchina
  • Display LCD di alta qualità e posizionato in maniera ottimale
  • Agevole comando tramite touchscreen
  • Volantino multifunzione, per un’agevole regolazione degli assi
  • Pratica gestione delle mole di affilatura e degli elettrodi di rotazione, grazie al Tool Manager VOLLMER

EXLEVEL PRO

Grazie al completo software ExLevel PRO, ulteriormente evoluto, la VHybrid 260 è equipaggiata al meglio. La concezione modulare consente di lavorare con efficienza un’ampia gamma di utensili in entrambi gli ambiti – affilatura ed elettroerosione – permettendo in tal modo processi rapidi, produttivi e di servizio. La simulazione del caso può svolgersi direttamente sul pannello di comando, oppure su una postazione di programmazione esterna.

  • Concezione modulare, per una lavorazione personalizzata delle geometrie
  • Immissione e programmazione agevoli
  • Rapida generazione di programmi, grazie alla funzione Default
  • Impiego agevole, grazie al Tool Manager
  • Simulazione utensili in 2D / 3D
  • Ottimale sorveglianza della macchina

VOLLMER VHybrid 260 // AFFILATURA ED ELETTROEROSIONE

Download

VHybrid 260
VHybrid 260
Brochure

Il Suo interlocutore

Country

Via Meucci 12
37042 Caldiero (Verona)
Italy

Telefono: +39 045 7651260
Fax: +39 045 6151466
info-italy@vollmer-group.com